I gemelli Erik e Mark Czumbel dànno lustro a Pescantina

XXLBasketballPescantina_2021-06-09IMG_4482-08-06-21-05-46.jpg

9 giugno [16:24] AUTORE: Redazione PlayBasket


L’ XXL Basketball Pescantina intende ringraziare gli sponsors “Valpolicella Benaco Banca”, l’Azienda Agricola “F.lli Recchia” e la pizzeria-trattoria “La Tonda” che hanno sostenuto la società biancorossa in questa anomala stagione 2020/2021.

Sicuramente positiva invece la stagione dei gemelli pescantinesi Erik e Mark Czumbel, classe 2000, cresciuti proprio nell’XXL ed ora “espatriati”, il primo negli States e il secondo a Piacenza.

Erik ha giocato per il secondo anno di fila a UTSA (University of Texas at San Antonio) dove è riuscito ad arrivare al secondo round della propria Conference Tournament: «Sì, è andata abbastanza bene questa stagione per me, rispetto al primo anno da freshman – ci racconta Erik – Siamo stati eliminati al secondo turno da Western Kentucky e non siamo quindi riusciti ad accedere all’NCAA Tournament. Per quanto riguarda l’anno prossimo, sicuramente rimarrò a San Antonio a giocare con il College e a proseguire il mio percorso di studi».
Che ricordo hai di Pescantina? «Pescantina avrà sempre un posto nel mio cuore: è il posto in cui sono cresciuto, dove ho frequentato le Elementari e le Medie e dove ho cominciato a giocare a basket grazie a coach Marco Lunardi. Ho dei bellissimi ricordi come quando riuscimmo a battere la Reyer nella palestra di Pescantina che fu un evento per un paese che non conosceva la pallacanestro dato che lì giocavano tutti a calcio. Insomma una bellissima esperienza, ricordo bene i miei vecchi compagni con cui abbiamo condiviso tante cose belle».

Passiamo a Mark che, dopo l’esperienza in serie B a Salerno dello scorso anno, in questa stagione veste la canottiera della Bakery Piacenza, sempre in B, con cui ha vinto la Coppa Italia LNP qualche mese fa: «La mia stagione sta andando bene, direi – afferma Mark – Dal punto di vista individuale sono stato un po’ altalenante in certi periodi, ma sono migliorato in molti aspetti del gioco e tutto sommato penso di essere un buon aiuto per la mia squadra. Abbiamo vinto la Coppa Italia che comunque è un riconoscimento importante e adesso siamo concentrati a realizzare l’obiettivo principale, cioè la la vittoria del campionato».
Anche Mark guarda si guarda indietro, ma anche avanti: «Per la prossima stagione non ho ancora programmi, in questo momento sono focalizzato sulla vittoria del campionato. L’XXL Pescantina è casa mia, dove sono cresciuto e dove mi sono innamorato della pallacanestro. Sono maturato molto grazie a Marco e ho vissuto tantissimi bei ricordi insieme ai miei amici e a mio fratello».

Uff. Stampa XXL Basketball Pescantina