Secondo posto da applausi per l'under 18 maschile gold

Secondo posto da applausi per l

L’APU vince la finale Under 18 Gold maschile contro Casarsa sudando le fatidiche 7 camicie per avere la meglio sui ragazzi dei coach Bo&Bo.

Red Warriors che entrano di diritto nella storia del basket Casarsa capaci, a distanza di 3 anni, di ritrovarsi in una finale di campionato Under confermando, ancora una volta, che il lavoro svolto nel loro percorso tecnico agonistico è giunto ad un buon punto di maturazione ottenuto grazie alla passione, dedizione, unità e voglia di crescere posti in campo ed in allenamento, tanto allenamento, che ne fanno il loro marchio di fabbrica.

Una Squadra di basket con la S maiuscola, sulla quale i coach che si sono avvicendati hanno lasciato, tutti, quel qualcosa che ha contribuito a raccogliere la meritata finale Under 18 GOLD 2019 di Latisana contro la corazzata APU Udine cui vanno i complimenti per la cavalcata immacolata in questo campionato e che sicuramente avrebbe ben figurato anche nel campionato U18 Eccellenza.

Veniamo alla cronaca del match che vedeva i biancorossi giungervi dopo una vittoria per KO Tecnico al primo round contro i forti Monfalconesi nella prima giornata. E come nella prima giornata, Moro & C. partono a tavoletta, concentrati e facendo loro il primo parziale con gli ospiti piuttosto sorpresi ed incapaci di resistere all’onda d’urto dei ragazzi dei coach Bosini & Bondelli.

Secondo quarto che va a Udine, prontamente richiamata da coach Ivancich a non lasciar scappare i nostri, a stare concentrati e a mettere quindi in campo la pressione di cui dispongono, limitando le capacità offensive degli atleti del Presidente Fasan.

Terza e quarta frazione che volano in sostanziale equilibrio, che dimostra il carattere della Squadra che lotta su ogni palla, che accetta ogni sfida con gli avversari diretti, tutti, TUTTI con scritto Casarsa nel cuore, vicino e lontano dal “ferro” come in panchina, capaci di rientrare più volte nel punteggio a contatto con gli avversari, autentici leoni a giocare al meglio delle possibilità per onorare “The Final”, bella, veloce, intensa mantenutasi sempre nei binari della lealtà e correttezza sportiva.

Ahinoi pronostico finale che si conferma a favore dei Campioni Regionali di Udine che attraverso gli atleti, gli allenatori, il pubblico ha voluto a più riprese riconoscere il valore dei loro avversari per l’approccio al match immortalato nella bella fotografia finale con le Squadre unite in un unico abbraccio a centro campo dopo la premiazione del Presidente della Federazione Regionale avv.to Giovanni Adami.

Momenti indimenticabili, ore e ore a sudare assieme, vittorie tante (e sconfitte poche), un’esperienza che renderà le vostre vite unite per sempre nell’amicizia oltre che nello sport riconoscendovi, anche quando gli anni passeranno, con un solo sguardo, a ricordare i giorni dei Red Warriors.

Tocca al Dirigente Accompagnatore Serena Colussi, che ringraziamo per il suo incessante impegno, a chiudere le interviste:

I miei complimenti alla squadra e ad ogni singolo giocatore per i grandi risultati ottenuti in questa stagione e in particolare nelle final four, affrontate con impegno e determinazione. Atteggiamento che era ben visibile nei loro volti fin dalla prima partita. Questo ha permesso ai ragazzi di accedere alla finalissima contro l’imbattuta APU conquistando un ottimo secondo posto di cui tutti siamo fieri e orgogliosi. Il risultato dimostra una crescita non solo tecnica ma anche mentale e di concetto di “squadra”. Il merito di questo percorso va condiviso con agli allenatori “Bo&Bo” che con pazienza e qualche “urlo terapeutico” hanno seguito i ragazzi in questi mesi. Un grande applauso ai genitori, sempre presenti, che li hanno sostenuti dagli spalti, assieme ai nostri mitici “Ultra’ (ci tengo a sottolineare tutti ragazzi appartenenti a squadre giovanili della società: GRANDE BAMBIN!!), ad “Alfix” per le belle foto che ricordano ogni partita e ai nostri due “giornalisti”, “Dennis Rodman” e Natale che hanno commentato tutte le partite. Ragazzi siete stati grandiosi! Lo sport è impegno – conclude Serena – ma anche tante emozioni e soddisfazioni! Buona estate a tutti!”
Si vocifera che coach Bosini si sia ritirato in montagna dove sta realizzando un corposo commento che verrà pubblicato nei prossimi giorni appena lo avrà terminato.

Che dirvi se non un grazie, anche dal vostro Dennis Rodman che in questo ultimo articolo dell’anno sportivo non riesce a trattenere una certa emozione che condivide con tutti i vostri fans, amici, ultimamente …anche amiche…dirigenti che vi hanno sostenuto, incitato, amato in questi anni della vostra gioventù.

APUASD Casarsa 78-65 (16-23, 22-5, 23-20, 17-17) *APU+: Ohenhen 19, Zoratto, Gon 8, Minisini 9, Visintini 12, Agostini, Zanelli, Furlani, Di Giovanni 7, Solini 2, Azzano 7, Cautiero 14,. All.Ivancich, Ass.Morelli.
ASD Casarsa: Rossi M., Vegnaduzzo 8, Centis 16, Moro 18, Miorin, Trivalic, Scodeller G., Mitri 2, Liva, Scodeller N. 9, Castellarin 10, Berlese 2, Trivalich. All.Bosini, Ass.Bondelli.

Uff. Stampa A.S.D. Polisportiva Casarsa (foto Alfix)

10 giugno [15:46]
di Redazione PlayBasket