Ritorno in campo per l'Under 14

Ritorno in campo per l

18 giugno [13:12] AUTORE: Redazione PlayBasket


Finalmente ragazzi! Voi non vedevate l’ora di tornare a giocare, noi non vedevamo l’ora di tornare a vedervi correre, divertire, sudare al Pala Cornaro in una partita vera!
Un anno di inattività è difficile da sorbire per i giocatori della prima squadra, figuriamoci per il nostro settore giovanile. Figuriamoci per i nostri under 14 abituati ad essere vispi, gai ed in eterno movimento, come la logica della loro età giustamente pretende.
L’altro pomeriggio i nostri Golden Boys, come li chiama affettuosamente il loro coach Matteo Gambarotto, hanno sgambettato allegramente da una parte all’altra del parquet contro il New Basket San Donà e poi contro la Reyer.
Mettiamo anche il risultato, sia mai che non passi il messaggio che quando vinciamo facciamo suonare le trombe, mentre quando perdiamo ci giriamo dall’altra parte con le orecchie da mercante. Ebbene contro il NBSD abbiamo perso per 64-91, contro la Reyer per 74-50.
Ma quando si tratta di un evento così importante, il poter vedere di nuovo il sorriso sulle labbra dei nostri ragazzi, non c’è risultato che tenga. Ma vogliamo mettere l’atmosfera che si crea prima e dopo la gara? Le borse preparate dai genitori e la corsa in palestra con l’adrenalina che sale a mille con la bocca ancora piena di cioccalata?. Quanti di noi da ragazzini si cambiavano in macchina per fare prima e non vedevano l’ora di smontare per fiondarsi dagli amici e prendere un pallone? E dopo la partita ecco il super panino con la bibita che si divora aspettando che ci si sia raffreddati un po’ per evitare i colpi d’aria.
Coach Matteo Gambarotto analizza così le due partite affrontate.
“E’ stato il nostro esordio stagionale in vista del torneo di San Benedetto del Tronto. I nostri “Golden Boys” hanno mandato così in arichivio più di un anno di inattività forzata. Sono state due prestazioni di rodaggio, che hanno dimostrato ampi margini di miglioramento ma anche dei buoni punti di partenza. Difesa aggressiva sulla palla e dei buoni 1vs1 offensivi gli aspetti positivi, da rivedere certamente la difesa lontano dalla palla ed il gioco senza palla.
Ma siamo tornati!
E che bello..”

Ufficio stampa Thomas Maschietto (foto di Cristina Dei Cont)