La Vismederi Costone accende gli entusiasmi. Si va alla bella

C Silver La Vismederi Costone accende gli entusiasmi. Si va alla bella

La Vismederi Costone accende gli entusiasmi. Si va alla bella

Ottima prova dei ragazzi di Braccagni che non lasciano scampo agli ospiti. Un tifo assordante in un Palaorlandi al limite della capienza. Domenica si torna in campo per gara-5 ad Arezzo 70-60

Il cuore gialloverde della Vismederi Costone continua a battere e lo fa in maniera vitale vincendo gara-4 contro Arezzo che viene domato grazie a una difesa insormontabile che non ha lasciato scampo ai tiratori aretini. Il solo Cutini è riuscito a farsi pericoloso, troppo poco per una squadra che poteva chiudere qui la serie. Invece la Vismederi, mai doma, la prolunga con pieno merito, grazie anche all’appoggio dei propri sostenitori che sono accorsi numerosi al PalaOrlandi (circa 700 gli spettatori). Il Costone ha sempre comandato le danze a proprio piacimento, fatta eccezione per l’unico vantaggio amaranto (9-11 al 7’), poi i senesi hanno preso il comando delle operazioni senza più mollare la presa. I primi acuti sono di Bruttini che con le sue 3 bombe consecutive e con una stoppata and go da 2 firma il parziale di 24-16 al 9’. Arezzo sembra reagire e al 24’ Provenzal con una tripla firma a sua volta il 28-26. Coach Serravalli ordina una zona, Panichi e Catoni da 3 non perdonano, poi anche Braccagni prova con una 3-2 e all’intervallo Vismederi a +6. E’ nella 3^ frazione che i padroni di casa mettono la freccia e scappano (50-36 al 26’), trascinati da un Benincasa esplosivo (mvp dell’incontro). Ma come detto la vittoria matura grazie a una difesa pazzesca, con Angeli che ruggisce, ben affiancato da Chiti che regge l’urto contro Giommetti. Anche Dolfi è guardato a vista e si ferma a quota 7. Il +14 della 3^ sirena è un buon viatico e con il control game, condito dalle percussioni di un recuperato Tognazzi, la Vismederi porta a casa una vittoria che cancella le velleità di un Arezzo un po’ troppo sciupone (19 palle perse contro le 8 dei senesi). Al termine tutti in piedi a salutare una squadra che di miracoli quest’anno li ha fatti anche troppi, ma che domenica risarà in campo. Non era poi così scontato.

Due a due: sta due a due. Chi l’avrebbe potuto immaginare. Una squadra partita per salvarsi in maniera dignitosa che adesso sta lottando alla pari con una formazione allestita per fare il salto di categoria. Questa è la storia della Vismederi Costone, un gruppo di ragazzi senesi che sta mettendo in campo tanta grinta e determinazione, ma soprattutto un cuore grande così che annulla qualsiasi tipo di gap. “Abbiamo fatto l’impossibile – dichiara coach Francesco Braccagni al termine di una gara avvincente – chi l’avrebbe potuto immaginare?! Sono davvero orgoglioso di questi giocatori; quest’anno ci siamo levate tantissime soddisfazioni. Ad Arezzo, nello spareggio finale, ce la metteremo tutta anche se siamo consapevoli della forza dell’avversario. Il fattore campo è tutto dalla loro parte, ma contiamo sulle nostre capacità, soprattutto sul carattere che questa squadra ha dimostrato di avere.” Queste invece le parole del presidente Montomoli, visibilmente emozionato alla fine di gara-4, giocata di fronte a un pubblico straordinario: “Avere acceso tutto questo entusiasmo attorno al fenomeno ‘Vismederi Costone’ mi riempie di gioia; ancora una volta il nostro pubblico, davvero fantastico, è risultato il 6° uomo in campo. Non so come andrà a finire ad Arezzo, loro sono una squadra potenzialmente superiore alla nostra, ma già da adesso mi sento di esprimere al tecnico e ai giocatori e a tutti coloro che sono stati vicini a questo gruppo, i miei più sentiti ringraziamenti. Tutti quanti hanno dimostrato un grande attaccamento ai colori sociali e alle gloriose maglie che indossano.” Parole di elogio che provengono da molti fronti e non potrebbe essere diversamente, visto che i gialloverdi hanno nuovamente incantato con le loro performance sportive. E poi c’è anche un risvolto ‘amarcord’ con quella bandiera del Costone che notte tempo è riapparsa all’angolo del Bar Fusari, come ai vecchi tempi quando il Donvi la esponeva. Adesso è toccato a don Emanuele, l’attuale direttore dell’antico Ricreatorio, che con la luce dei lampioni si è arrampicato per posizionarla. Anche questo serve per accendere gli entusiasmi.

Roberto Rosa – Ufficio Stampa Vismederi Costone Siena

Edit Content Delete Content
di Redazione PlayBasket
70
60

Costone Siena Vs Scuola Basket Arezzo

24-18, 39-33, 57-43

Costone Siena

Giocatore Pts TLTL% T2T2% T3T3% RD RO Ff Fs PR PP Ass St Min
giocatore #0
0 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #1
6 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #2
19 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #3
0 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #4
18 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #5
0 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #6
3 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #7
2 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #8
6 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #9
3 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #10
13 -- -- -- - - - - - - - - -
Totale  70 -- -- -- - - - - - - - - -




Scuola Basket Arezzo

Giocatore Pts TLTL% T2T2% T3T3% RD RO Ff Fs PR PP Ass St Min
giocatore #1
0 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #4
8 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #5
19 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #6
7 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #8
6 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #9
0 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #10
16 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #11
4 -- -- -- - - - - - - - - -
Totale  60 -- -- -- - - - - - - - - -