C Silver La Vimark vince la serie! Ivrea retrocessa

La Vimark vince la serie! Ivrea retrocessa

Dopo aver vinto gara-1 e gara-2, giocate al PalaSport SportArea, la Vimark Cuneo si trasferisce in terra eporediese per giocarsi il primo match-point della serie al meglio delle 5 partite. Nelle prime due gare Lettera 22 ha dato battaglia, ma i cuneesi sono sempre riusciti a venire a capo delle difficoltà e a risolvere le sfide a loro favore. In gara-3 Ivrea, con le spalle al muro, cerca il riscatto che potrebbe riaprire il discorso salvezza.
Nel primo quarto si sente tutto il peso del match. Nonostante una notevole cornice di pubblico accorsa a spingere i padroni di casa, Ivrea non riesce ad aggredire il match e Cuneo non ne approfitta. La palla pesa tantissimo, entrambe le squadre sono consapevoli del fatto che ogni possesso potrebbe essere decisivo per il proprio destino. Per Ivrea i più lucidi sono Renoldi e Tampellini, che segnano i primi punti del match; tra i cuneesi invece subito reattivi Agbogan e Rosso, il quale infila la tripla che permette alla Vimark di chiudere il primo quarto avanti 6-8.
Nel secondo quarto la pressione si allenta leggermente e allora le due formazioni possono sciogliersi. Lettera 22 prova a reagire portandosi in vantaggio grazie ai canestri da dietro l’arco di Castello ed Alberto, a cui però risponde Agbogan, sempre dalla distanza. La difesa cuneese si adegua però in fretta, limitando le incursioni avversarie e costringendo Renoldi e Tampellini alla linea del tiro libero, mentre in attacco si iscrivono a referto anche Abrate, Soranzo e Bruschetta. Prima dell’intervallo è il 2+1 di Giordano a lanciare gli ospiti sul +5, 19-24.
Al rientro dalla pausa lunga 13 punti della coppia Degrandi-Renoldi (con 3 triple) danno entusiasmo ai padroni di casa, che tornano col fiato sul collo dei cuneesi. Nel momento di maggiore difficoltà, ovvero quando Cuneo deve dimostrare di essere matura e di resistere al tentativo di assalto del Lettera 22, è capitan Dedaj a caricarsi i suoi compagni sulle spalle: il n.7 cuneese segna tutti i punti della sua squadra nel quarto e, con 10 minuti da giocare, porta il punteggio in parità sul 35-35.
Nell’ultima frazione, Ivrea prova a piazzare la zampata decisiva con la bomba di Alberto, che poi aggiunge anche un appoggio. Agbogan risponde con altri 5 punti consecutivi e scuote la Vimark, che riesce a ritrovarsi in fretta e a reggere l’urto. I minuti finali tengono con il fiato sospeso tutto il palazzetto e i numerosi errori delle due formazioni non facilitano il finale di partita. Tampellini segna i canestri pesantissimi che mandano avanti Ivrea ma la mano di Dedaj dal tiro libero non trema e alla sirena il tabellone recita 46-46. Sarà l’over-time a decidere il destino della serie.
Nel supplementare sono ancora Tampellini e Dedaj a guadagnarsi la linea del tiro libero. Dopo pochi istanti la partita perde due dei suoi protagonisti principali, Agbogan e Degrandi, costretti alla panchina per limite di falli. Cuneo accusa il colpo dell’uscita di uno dei giocatori cardine della sua fase difensiva e subisce l’attacco eporediese. Questa volta è Renoldi a guidare Ivrea sul +5 che sembra condannare la Vimark. Sembra, perché i ragazzi di coach Maniscalco dimostrano (ancora una volta, dopo aver già dato prova più volte in stagione) di essere una squadra dura a morire e riescono a reagire. Rosso e Dedaj segnano le triple che fanno venire i brividi al Lettera 22 e riaprono il match. Renoldi segna l’ennesima tripla e fa esplodere il palazzetto riportando avanti Ivrea a un minuto dalla fine, ma è proprio negli ultimi 60 secondi che accade l’impensabile. Soranzo recupera un pallone che lancia il contropiede di Giordano, il quale regala a Dedaj la conclusione del 58-58. Nell’azione successiva Cuneo torna in possesso del pallone e questa volta è Dedaj a prendere l’iniziativa personale, assumendosi la responsabilità del tiro del possibile vantaggio. La conclusione del capitano della Vimark rimbalza sul ferro ed esce, ma il più rapido ad avventarsi a rimbalzo è Rosso, il quale da distanza ravvicinata infila il match-ball. 58-60, mancano 5 secondi e Ivrea avrà l’ultima possibilità. La palla finisce nelle mani di Renoldi che prima prova a liberarsi per il tiro da tre, negato dalla difesa biancoblu, e poi sul tentativo di penetrazione scivola; il suo tentativo di passaggio verso Tampellini viene sporcato dalla mano di Soranzo e mentre il pallone rimbalza verso la linea laterale arriva il suono della sirena che decreta la vittoria della Vimark Cuneo.
Il primo turno di playout si conclude dunque con la vittoria della serie da parte della Vimark Cuneo con un secco 3-0. Lettera 22 ha dato molto filo da torcere al Granda Basket ma non è riuscita a conquistare la vittoria e dunque è condannata alla retrocessione in Serie D.

Uff. Stampa Cuneo Granda Basketball

Edit Content Delete Content
di Redazione PlayBasket
58
60

Lettera 22 Ivrea Vs Cuneo Granda BK

6-8, 13-16, 16-11, 11-11, 12-14
dts
1o arbitro: Pulina Stefano di Rivoli (TO)
2o arbitro: La Porta Paolo di Cuneo (CN)

Lettera 22 Ivrea

Giocatore Pts TLTL% T2T2% T3T3% RD RO Ff Fs PR PP Ass St Min
Alberto 8 -- -- -- - - - - - - - - -
Castello J. 3 -- -- -- - - - - - - - - -
Chiantaretto E. 0 -- -- -- - - - - - - - - -
Degrandi M. 11 -- -- -- - - - - - - - - -
Farris J. 2 -- -- -- - - - - - - - - -
Massara M. 2 -- -- -- - - - - - - - - -
Pucci G. 0 -- -- -- - - - - - - - - -
Renoldi A. 17 -- -- -- - - - - - - - - -
Saccomani M. 1 -- -- -- - - - - - - - - -
Tampellini A. 14 -- -- -- - - - - - - - - -
Totale  58 -- -- -- - - - - - - - - -




Cuneo Granda BK

Giocatore Pts TLTL% T2T2% T3T3% RD RO Ff Fs PR PP Ass St Min
Abrate M. 2 -- -- -- - - - - - - - - -
Agbogan M. 13 -- -- -- - - - - - - - - -
Berardinelli A. 0 -- -- -- - - - - - - - - -
Bruschetta F. 2 -- -- -- - - - - - - - - -
Dedaj L. 26 -- -- -- - - - - - - - - -
Feliz Rosario 0 -- -- -- - - - - - - - - -
Giordano A. 3 -- -- -- - - - - - - - - -
Lucia L. 0 -- -- -- - - - - - - - - -
Petrucci E. 0 -- -- -- - - - - - - - - -
Rosso E. 12 -- -- -- - - - - - - - - -
Soranzo S. 2 -- -- -- - - - - - - - - -
Totale  60 -- -- -- - - - - - - - - -