Stella Azzurra Roma Vs Virtus Roma
74
78

Stella Azzurra Roma Vs Virtus Roma

16-24, 36-42, 55-57

Il derby è della Virtus Eurobasket Roma, che con una grande prova vince sul campo della Stella Azzurra restando in un colpo solo prima da sola e imbattuta, infliggendo agli avversari il primo ko stagionale. Derby meritato dalla Virtus che ha giocato meglio fin dalle prime battute, e che ha condotto quasi sempre nel punteggio, trascinata da un Tambone stratosferico che ha guidato da vero leader la squadra ben oltre i 32 punti, con una presenza in campo da trascinatore assoluto. La vittoria coach Martino l’ha costruita però sulla difesa, limitato benissimo soprattutto Grande (alle prese però anche con la febbre che non gli ha permesso di essere al meglio), e in generale Virtus che ha saputo mettere le trappole giuste per fermare gli stellini. Dall’altra parte una Stella Azzurra più imprecisa del solito, che ci ha messo il cuore come sempre, ma stavolta meno lucida nel finale quando non ha trovato le giocate che sarebbero servite per ribaltare il match.
Si gioca in un’Arena Altero Felici strapiena in ogni ordine di posto e anche oltre, un derby attesissimo con la Virtus Eurobasket che si fa trovare subito pronta nel clima da battaglia iniziando meglio con l’ottima regia di Tambone che guida i suoi sul 2-8 dopo meno di 4’ sul cronometro col primo time out di coach D’Arcangeli; Stella piuttosto tesa in questo avvio e col pressing tutto campo che viene battuto bene dalla squadra di coach Martino che difende egregiamente soprattutto su Grande tenuto fuori dal match per tutto il primo tempo, l’unica tegola in questo inizio convincente per la Virtus Eurobasket è rappresentata dai 2 falli prematuri di Di Giacomo (6-15 a metà quarto). I padroni di casa pescano a piene mani dalla panchina e tornano sul -4 aumentando l’intensità sui due lati del campo (12-16), ma il finale è ancora di marca Virtus con Guagliardi che prima in lunetta e poi da 3 consente ai suoi di chiudere meritatamente avanti 16-24 i primi 10’ di gioco. Leonzio è l’anima della Stella Azzurra in questo avvio complicato, importante anche la tripla di Alibegovic che ridà entusiasmo ai padroni di casa (21-26), ma Tambone domina la gara anche in difesa rubando palla a Grande e volando in contropiede solitario per il 21-28; i ragazzi di D’Arcangeli sono più incisivi in questa fase (ma sbagliano troppo al tiro) con Cucci e Giancarli asse play-pivot che riavvicina ancora sul -4 gli stellini, gli ospiti però giocano con personalità eccellente e non cedono mai l’inerzia del match, allungando con un Tambone sontuoso ancora protagonista per il 28-38. Importante anche l’apporto di Bouah che in difesa è un mastino, la sua marcatura su Leonzio frutta un fallo tecnico per simulazione al giocatore stellino e il conseguente +11 della Virtus (31-42); prima del riposo lungo la Stella accorcia con un numero da applausi di La Torre che segna col fallo e con Leonzio che trova un’importante gita in lunetta che vale il 36-42 alla sirena, 6 punti di scarto che sono un affare per gli stellini e che possono rappresentare un piccolo rimpianto per la Virtus che poteva chiudere con un bottino maggiore. Virtus EuroBK che ripropone la zona già vista a sprazzi nel primo tempo anche per i problemi di falli dei suoi lunghi, quasi tutti con 3, la Stella trova il primo canestro di serata di Grande dopo 23’ ed è sempre in scia agli avversari soprattutto dopo le triple di La Torre e Forte che valgono il -2 (47-49); clima che si infiamma, la Virtus perde qualche certezza ed arriva il primo vantaggio stellino firmato ancora da Forte dai 6,75, con risposta però immediata di Caridà per il 51-51. Si va avanti adesso con n botta e risposta appassionante, la squadra di coach Martino chiude ancora avanti seppur di misura il 3° periodo sul 55-57 e si preparano gli ultimi 10’ infuocati minuti di questo derby. La Stella Azzurra ora aggredisce eccome adesso e con la bomba di Grande tocca il suo massimo vantaggio sul 60-57, momento di sbandamento per la Virtus che si aggrappa al solito Tambone e a Guagliardi che segna da 3 il contro-sorpasso rimediando nell’azione un fallo tecnico analogo a quello fischiato a Leonzio nel primo tempo (61-62); sale in cattedra anche Cucci che nel clima da corrida non si tira certo indietro, bello il duello sotto canestro con Di Giacomo che vale ancora l’alternanza nel punteggio (63-64 a 5’ dal termine). Tambone davvero immarcabile segna il jumper del +3 (65-68), i padroni di casa rispondono con la giocata di Grande per La Torre che in lay-up firma il -1 con 3’ da giocare (68-69); le chiavi della Virtus EuroBK sono in mano ad un fantastico Tambone che, dimenticato colpevolmente stavolta dalla difesa, segna una bomba tagliagambe per il +4, anche se ci sono ancora 120 secondi da giocare (68-72). L’attacco stellino si affida al più giovane, ma anche più talentuoso, La Torre prima rimedia una gita in lunetta segnando solo il primo libero (69-72) e subito dopo tenta senza fortuna la tripla del pareggio; Billi a 90 secondi dal termine ha 2 liberi importanti ma li fallisce, nell’azione successiva gran difesa della Virtus con Grande che perde palla senza riuscire a costruire nulla. Ultimo minuto, Guagliardi tira da 3 ma non va, dall’altra parte Cucci fa esplodere le tribune segnando col fallo (ingenuo di Guagliardi) il canestro che col libero supplementare vale la nuova parità a 45’’ dalla sirena (72-72); la palla non può che andare a Tambone, sul play c’è il fallo della difesa e la sua mano dalla lunetta non trema, nuovo vantaggio ospite sul 72-74 a 27’’ dalla fine. La Stella trova un’ottima rimessa per La Torre che stavolta però fallisce un appoggio quando ormai sembrava fatta per il nuovo pareggio, Tambone viene mandato in lunetta e stavolta va a bersaglio solo il primo (72-75) lasciando ancora una speranza ai padroni di casa; La Torre decide di non servire Grande e di fare da solo forzando da 3 , la palla non entra e così Guagliardi con 5’’ sul cronometro segna il tiro libero che sembra della staffa per il 72-76. Incredibilmente, però, Tambone commette forse l’unica ingenuità andando a commettere fallo su Grande che segna in penetrazione e può così sbagliare il tiro libero per provare a prendere il rimbalzo offensivo, la palla però non tocca neanche il ferro e così la Virtus può chiudere i giochi ancora con un immenso Tambone. Finale 74-78, festa grande per tutti i giocatori e per la panchina virtussina per una vittoria bella e meritata.

da http://www.basketincontro.it/tabellino-basket/U19%20Ecc/Girone%20D/2069
di Redazione PlayBasket



Stella Azzurra Roma

Giocatore Pts TLTL% T2T2% T3T3% RD RO Ff Fs PR PP Ass St Min
giocatore #0
4 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #1
15 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #3
3 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #5
8 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #6
3 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #7
8 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #8
13 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #9
16 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #10
0 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #11
4 -- -- -- - - - - - - - - -
Totale  74 -- -- -- - - - - - - - - -




Virtus Roma

Giocatore Pts TLTL% T2T2% T3T3% RD RO Ff Fs PR PP Ass St Min
giocatore #2
3 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #3
32 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #4
5 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #5
6 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #7
6 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #8
13 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #9
0 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #10
9 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #11
4 -- -- -- - - - - - - - - -
Totale  78 -- -- -- - - - - - - - - -