Unibasket Amatori Pescara Vs Lions Bisceglie
73
66

Unibasket Amatori Pescara Vs Lions Bisceglie

18-15, 42-33, 56-48, 73-66

Che serata! L'Unibasket Amatori Pescara vince la Partitissima!

La Di Pinto Panifici perde a Pescara ed è quinta. Sfida con Matera nei playoff

Cuore, grinta e lucidità. Nell’ultima ed importantissima gara di regular season, lo scontro diretto contro Bisceglie, l’Unibasket Amatori Pescara sfodera una prova gagliarda e porta a casa i due punti che sanciscono il quarto posto. I pugliesi vanno ko per 73-66 e per la squadra del presidente Carlo Di Fabio sarà una Pasqua serena. Ma non c‘è tempo di festeggiare, domenica partono i playoff con la sfida interna a Reggio Calabria.
La gara. Coach Stefano Rajola sceglie Caverni in regia con Leonzio e Potì esterni ed il tandem Capitanelli-Serafini sotto canestro per dare il via alle ostilità. Parte bene la squadra ospite con un 5-0 che preannuncia vera battaglia sul parquet del Pala Aterno Gas & Power, con i padroni di casa che raggiungono subito la parità grazie a Leonzio e Caverni. Il primo vantaggio pescarese è firmato dal play marchigiano a metà tempino (11-9) ma è immediatamente vanificato da una bomba di Smorto, lasciato colpevolmente solo. Una grande giocata di Big Cap consente ai suoi di tornare avanti, con Caverni che dai 6.75 produce poi il +4 (16-12) di una squadra che ha iniziato con il piglio giusto. Rajola inizia con la girandola di avvicendamenti: Micevic rileva Serafini, Carpanzano sostituisce Leonzio e Gay prende il posto di Potì. Pescara chiude avanti 18-15 il primo parziale.
Si riparte con Pedrazzani in quintetto e con una bomba a testa di Micevic e Carpanzano. Ma dopo 3’ Bisceglie si porta in parità (24-24). Che dura poco. Pedrazzani e due giochi da tre di Carpanzanoe Leonzi, infatti, riportano prepotentemente avanti l’Amatori. E quando il semigancio di Micevic entra il break di 10-0 è servito. Le rotazioni di coach Rajola continuano puntuali e Serafini dall’arco firma il +13 (37-24). Bisceglie prova a riordinare le idee, ma la truppa di Rajola sembra davvero famelica stasera e chiude il primo tempo avanti per 42-33.
Il terzo quarto è duro come i due precedenti. Ma si segna con il contagocce, almeno in avvio. La posta in palio è importantissima e si gioca sui nervi. Li ha più saldi la squadra di casa che a metà tempino si porta sul 51-35. I pugliesi provano a restare aggrappati al match in tutti i modi ma a 2’30’‘ da fine quarto si ritrovano a 15 lunghezze dai biancorossi di casa (56-41). Cantagalli e Zugno però non ci stanno e mettono a referto 7 punti pesanti che tengono viva la fiammella della speranza ospite.
Gli ultimi 10 minuti di gara si aprono sul 56-48 e sono tutti da giocare. L’Amatori è già carica di falli e l’approccio ospite, molto aggressivo, sembra mettere in difficoltà i beniamini del PalaElettra. Caverni con una fiammata personale di 5 punti tiene a distanza Rossi e compagni, che però non mollano e mantengono il gap al di sotto della doppia cifra. L’intensità non accenna minimamente a calare ma sull’asse Serafini-Caverni a 3’10’‘ dalla sirena si arriva sul +10. Finita? Nemmeno per sogno, perchè Bisceglie accorcia di nuovo e tiene il pubblico biancorosso con il fiato sospeso. Ma questa sera non c‘è spazio per una gioia che non sia targata Unibasket Amatori Pescara. Finisce 73-66, tra gli applausi
Appuntamento ai playoff!

Ufficio stampa e comunicazione Unibasket Amatori Pescara

di PlayBasket Staff

La Di Pinto Panifici perde a Pescara ed è quinta. Sfida con Matera nei playoff

La Di Pinto Panifici perde a Pescara ed è quinta. Sfida con Matera nei playoff

I nerazzurri hanno chiuso la stagione regolare con 18 vittorie e 10 sconfitte. Domenica 28 aprile gara1 dei quarti al PalaSassi; giovedì 2 maggio gara 2 al PalaDolmen, eventuale terzo confronto in Basilicata domenica 5.

La differenza l’hanno fatta i passaggi a vuoto in attacco. Più lunghi quelli della Di Pinto Panifici, che ha dovuto arrendersi sulle tavole del PalaElettra di Pescara al termine di una partita dalla posta in palio molto alta. I nerazzurri di coach Gigi Marinelli hanno concluso la stagione regolare al quinto posto nel girone C del torneo di Serie B con un bilancio di 18 vittorie e 10 sconfitte (record casalingo 11-3, in trasferta 7-7). Un risultato positivo alla luce dell’andamento del campionato dei Lions, che battendo la squadra abruzzese avrebbe conquistato la terza posizione. Poco male, considerando il percorso soddisfacente da tutti i i punti di vista del collettivo costruito dal direttore sportivo Sergio Di Nardo.

L’accoppiamento playoff con l’Olimpia Matera, quarta classificata nel gruppo D, sarà senza dubbio in salita, non foss’altro per il vantaggio del fattore campo a disposizione degli avversari, che ospiteranno gara 1 di domenica 28 aprile e l’eventuale terzo atto della serie domenica 5 maggio. La seconda sfida avrà luogo al PalaDolmen giovedì 2 maggio (inizio ore 21:00).

Primo quarto equilibrato a Pescara. Buono l’approccio dei viaggianti (5 punti consecutivi di Gianni Cantagalli), migliore l’impatto dei biancorossi di Rajola, che alla lunga hanno saputo esprimere maggiore intensità in difesa e sono stati accorti nella gestione del margine acquisito, impedendo a Marco Rossi e compagni di rientrare.

Un gioco da tre punti di Leonzio e il semigancio dell’ex Micevic hanno sancito il primo verso strappo della compagine di casa (34-24 a metà secondo periodo), che con la tripla di Serafini e il canestro di Pedrazzani ha provato a prendere il largo, approfittando dell’appannamento offensivo dei nerazzurri e toccando anche il +15. Gli ospiti hanno reagito ricucendo parzialmente lo strappo e tornando negli spogliatoi per l’intervallo lungo sotto di nove lunghezze, con 2/8 nel tiro pesante e 8 palle perse.

Terza frazione caratterizzata da un arbitraggio molto discutibile: a farne le spese il capitano Andrea Chiriatti (letteralmente e pretestuosamente preso di mira dalla coppia lombarda). I Lions sono precipitati fino a -16 (51-35) ma non hanno mai mollato, risalendo sul -8 con una tripla di Cesare Zugno.

Smorto ha griffato il canestro del -5 (56-51 al 32°), soglia oltre la quale Bisceglie non è riuscita ad andare. Le opportunità per rimettere la contesa in sesto non sono certo mancate ma la Di Pinto Panifici non è stata implacabile come in tante altre circostanze, anche alla luce delle 17 palle perse, e ha issato bandiera bianca.

Uff. Stampa Lions Basket Bisceglie – Vito Troilo

di Redazione PlayBasket



Unibasket Amatori Pescara

Giocatore Pts TLTL% T2T2% T3T3% RD RO Ff Fs PR PP Ass St Min
giocatore #0
0 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #1
8 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #3
10 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #4
17 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #6
3 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #7
10 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #9
6 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #10
7 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #11
12 -- -- -- - - - - - - - - -
Totale  73 -- -- -- - - - - - - - - -




Lions Bisceglie

Giocatore Pts TLTL% T2T2% T3T3% RD RO Ff Fs PR PP Ass St Min
giocatore #0
8 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #1
16 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #2
6 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #3
4 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #4
0 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #5
8 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #6
10 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #7
3 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #8
0 -- -- -- - - - - - - - - -
giocatore #9
11 -- -- -- - - - - - - - - -
Totale  66 -- -- -- - - - - - - - - -