Giocatori Stellazzurra in evidenza alla Next Gen Cup

Giocatori Stellazzurra in evidenza alla Next Gen Cup

Due qualificazioni ottenute da grandi protagonisti delle rispettive formazioni, più altre prestazioni di rilievo non coronate dal risultato di squadra. Nella prima edizione della Next Gen Cup dello scorso weekend i giocatori della Stellazzurra Basketball Academy hanno dimostrato ancora una volta di essere al vertice del panorama cestistico giovanile, con metà degli 8 atleti dati in prestito a recitare un ruolo determinante nell’avanzamento alla fase finale del torneo delle loro squadre, in programma al Mandela Forum di Firenze a metà febbraio in coincidenza con la Final Eight di Coppa Italia delle squadre senior. Peraltro, i portacolori nerostellati sarebbero potuti essere numericamente di più, se non ci fosse stato il contemporaneo impegno di altri under del vivaio di Via Flaminia con la maglia dei Roseto Sharks contro Ravenna per il campionato di Serie A2.

PANOPIO & KLACZEK Nelle quattro tappe di qualificazione del torneo Under 18 riservato ai club di Serie A sono spiccate in particolare le prove di Dalph Adem Panopio e Kacper Klaczek. Il playmaker italo-filippino è stato il direttore d’orchestra della Dolomiti Energia Trentino vincitrice imbattuta del Girone B che ha giocato la sua tappa al Taliercio di Venezia, tre vittorie su tre per Trento contro Alma Trieste (57-56), i padroni di casa dell’Umana Reyer (73-59) e Banco di Sardegna Sassari (86-47), con cifre che per Panopio hanno sfiorato la doppia di media in punti e rimbalzi rispettivamente con 14.0 e 8.0, portando anche a casa uno dei riconoscimenti individuali della tappa, l’Airness Award per il miglior assistman della due giorni in laguna, tra cui i 7 smazzati in appena 17 minuti nella partita conclusiva contro Sassari (chiusa con 33 di valutazione). Il premio personale è andato a confermare le qualità di un giocatore già protagonista di recente nelle competizioni internazionali di categoria, l’Eurolega con la Stellazzurra e Asiabasket con le Filippine, e inserito nel Miglior Quintetto della Finale Nazionale U18 Eccellenza che lo scorso giugno ha portato l’ennesimo scudetto giovanile alla Stellazzurra. Di estrema concretezza anche il contributo di Klaczek al secondo posto della Grissin Bon Reggio Emilia nel Girone D, disputato al PalaCarrara di Pistoia. Sono stati 15.5 i punti in nemmeno 17’ per gara dell’atletica ala classe 2002 nei primi due successi su Vanoli Cremona (87-83) e AX Armani Exchange Milano (73-70), cui sono seguiti pochi minuti in campo nella sconfitta dell’ultima giornata contro i padroni di casa dell’Officina Fattori Pistoia (80-63) a qualificazione già in tasca.

GLI ALTRI Nella Trento di Panopio ha messo efficacemente a disposizione sottocanestro i suoi 211 centimetri d’altezza uno dei più giovani giocatori dell’intero torneo, il 15enne Yannick Nzosa, così come l’altra torre della competizione, il 2.13 Dut Mabor, si è tolto anche lui la soddisfazione di passare alla fase successiva con Reggio Emilia. Luca Digno è stato il terminale principale della Fiat Torino, sebbene la guardia tiratrice nerostellata non sia bastata, al pari del compagno di squadra Stefano Faloppa, a risollevare le sorti del quintetto piemontese, arrivato ultimo nel Girone A di Varese a causa delle sconfitte per mano di L & L Brescia (53-84), Red October Cantù (53-77) e dei padroni di casa dell’Openjobmetis (47-83). Si è arresa a testa alta la Vanoli Cremona, nella quale positiva ma allo stesso tempo sfortunata è stata l’esperienza di Andrea Colussa, produttivo con 15 punti in 22’ nella già citata sconfitta in volata dell’esordio contro Reggio Emilia e costretto a dare forfait nelle due sfide conclusive a causa di una frattura al naso all’inizio della seconda partita al cospetto della vincitrice Pistoia (52-93), mentre il 2003 Felipe Motta – che ritrovava come head coach sulla panchina cremonese Giovanni Baiardo, con il quale ha condiviso due scudetti giovanili nella comune esperienza nerostellata – ha sfiorato la doppia cifra di punti (9 in 18 minuti, 4/4 al tiro) nella vittoria della giornata finale contro Milano (87-73) che ha evitato l’ultimo posto nel girone consegnandolo alla formazione milanese.

Paolo De Persis – Responsabile Area comunicazione Stella Azzurra Roma

5 dicembre [13:34]
di Redazione PlayBasket