71
67

Pallacanestro Portogruaro Vs Azzano Basket

241842435451

2418182512081716

1o arbitro: Sabadin Matteo di San Pier D'Isonzo (GO)

Vendetta granata

Vendetta granata

AUTORE: Redazione PlayBasket

I Veneti, sconfitti all’andata, l’avevano giurata. E alla prima di ritorno con grande forza di volontà ribaltano il risultato dopo una contesa fino alla fine molto combattuta.

I biancazzurri, privi di Bomben, valorizzano il golden boy Filippo Botter, playmaker davvero bravo e top scorer assoluto della serata con 24 punti. E allora Chiesu, bersagliato da croniche assenze eccellenti, punta tutto sui suoi boys, da Zandonà a Bragato, da Brusco a Gajotto, a Pasquon.
E proprio quest’ultimo, come vedremo, lo ripagherà risolvendo alla grande le ultime, concitatissime battute.

Eppure la gara si era aperta con il dominio totale da parte degli ospiti, guidati da due implacabili volponi del parquet, Tagliamento e Bellinvia, di fronte ai quali né Lessing né Bianchini riuscivano a imporsi.
Parziale di 0 a 8 e valido inizio anche per il pivot pordenonese Jonathan Nora, in questa fase l’uomo in più. Solo al 4’ appare sul terreno di gioco Alex Trebbi, sempre volenteroso ma oggi forse non al top della condizione (solo 9 punti per lui, molto meno del solito, ma si rifarà presto). Infatti la musica non cambia, almeno fino a quando Chiesurin non si affida a Falomo, il quale prima dà la stura alle sue proverbiali percussioni e ai suoi tiri astrali, poi costringe De Stefano a far riposare Tagliamento.
Ne approfitta il capitano Diego Piasentin, che garantisce canestri, difesa e compattezza ai suoi.
Partita riaperta.
All’improvviso appare corta, troppo corta, la panchina degli azzanesi, danneggiati dagli ingressi esitanti di Verardo e Portolan. Clamoroso sorpasso di Falomo al 9’ con un gioco da tre punti ribadito da varie palle rubate con relative transizioni dello stesso folletto portogruarese. E straFalomo (alla fine autore di ben 17 punti) chiude il quarto consegnando la partita nelle mani dei padroni di casa: 24 a 16.

Nella seconda frazione di gioco, tuttavia, l’equilibrio ritorna, anche per la freschezza atletica e la capacità balistica di friulani come Portolan e Schiavo. Quarto minuto, riecco Trebbi, riecco Tagliamento e Bellinvia, riecco quello snervante equilibrio che Azzano tenta di sparigliare fidandosi di Nora. Ovvia mossa successiva, l’ingresso tra i locali di Bianchini. E si va avanti così, spalla a spalla, punto a punto, fino al fischio che apre l’intervallo lungo (42 a 43).

Al rientro in campo, Porto ripropone il quintetto iniziale: Brusco, Zandonà, Lessing, Bianchini e Pasquon. E Pasquon c’è, eccome! Ma c’è anche il quarto fallo di Bianchini. Il nervosismo si accentua. Scintille tra Lessing e Bellinvia. Ne deriva il quarto fallo anche per l’ala pordenonese. Porto si fa largo con una fantabomba di Piasentin e con una zona molto mobile. Strategia che funziona, sì, ma che al tempo stesso pesa sulle spalle del “cacciatore” Martin Lessing. 4° personale per lui e punteggio fissato sul 54 a 51.

All’alba dell’ultimo quarto, i protagonisti contrapposti sono Piasentin e Verardo, ma è solo una bomba del motivatissimo Lamberto Schiavo a ristabilire la perfetta parità (56-56). 4° fallo anche per Francesco Tagliamento, poi la partita perde altri due mattatori. Sia Bianchini sia Bellinvia escono per raggiunto limite di falli. La panchina biancoblu punta su Verardo e Nora, mentre quella granata si dispera. E invece, messo fuori gioco un Gioele (Bianchini) subito si mette in evidenza un Matteo Pasquon, volitivo, attento, nel momento decisivo autore di due recuperi e due canestri che di fatto chiudono la pratica. A Lessing, reinserito con provvidenziale tempismo a tre minuti dal fischio finale, spetta il merito di aver guidato i compagni alla vittoria, senza paura e con grande apertura mentale. Diciamo, allora, banalizzando, che Lessing è stato la mente e Pasquon il braccio. Finisce 71 a 67. Il giovane, rampante coach Andrea Chiesurin batte l’anziano ed esperto Raoul De Stefano. In settimana gli azzanesi avranno in casa contro Grado un’occasione d’oro per riprendersi, mentre fra sette giorni Portogruaro andrà a cercare conferme sul difficile campo di Casarsa. Da non perdere! E forza Porto!

Pallacanestro Portogruaro fb fan page

# Pallacanestro Portogruaro Pts TL TL% T2 T2% T3 T3% RD RO Ff Fs PR PP Ass St Min
 
giocatore #0
centro'91
2 - - - - - - - - - - - - - - -
 
giocatore #1
U18
- - - - - - - - - - - - - - -
 
giocatore #2
ala piccola'94
5 - - - - - - - - - - - - - - -
 
giocatore #3
ala piccolaU18
4 - - - - - - - - - - - - - - -
 
giocatore #4
U18
- - - - - - - - - - - - - - -
 
giocatore #5
ala piccola'01
17 - - - - - - - - - - - - - - -
 
giocatore #6
ala piccola'01
0 - - - - - - - - - - - - - - -
 
giocatore #7
guardia'01
11 - - - - - - - - - - - - - - -
 
giocatore #8
play'98
12 - - - - - - - - - - - - - - -
 
giocatore #9
ala forte'83
11 - - - - - - - - - - - - - - -
 
giocatore #10
guardia'95
9 - - - - - - - - - - - - - - -
 
giocatore #11
guardia'98
0 - - - - - - - - - - - - - - -
 Totale71 - - - - - - - - - - - - - - -
# Azzano Basket Pts TL TL% T2 T2% T3 T3% RD RO Ff Fs PR PP Ass St Min
 
giocatore #0
ala forte'93
7 - - - - - - - - - - - - - - -
 
giocatore #1
guardia'01
24 - - - - - - - - - - - - - - -
 
giocatore #2
guardia'86
0 - - - - - - - - - - - - - - -
 
giocatore #3
ala piccola'99
3 - - - - - - - - - - - - - - -
 
giocatore #4
8 - - - - - - - - - - - - - - -
 
giocatore #5
ala piccola'96
9 - - - - - - - - - - - - - - -
 
giocatore #6
ala piccola'90
8 - - - - - - - - - - - - - - -
 
giocatore #7
guardia'83
2 - - - - - - - - - - - - - - -
 
giocatore #8
ala piccola'88
4 - - - - - - - - - - - - - - -
 
giocatore #9
centro'93
2 - - - - - - - - - - - - - - -
 Totale67 - - - - - - - - - - - - - - -
Trovaci anche su:
Playbasket.it su Facebook Playbasket.it su Twitter Playbasket.it su Youtube