Magagnoli: "Dobbiamo essere brutti, sporchi e cattivi". Giuliani: "L'impegno non manca mai"

Magagnoli: "Dobbiamo essere brutti, sporchi e cattivi"

Dopo il successo sulla Bsl San Lazzaro, la Virtus Imola si sta preparando al primo turno del girone di ritorno, dove accoglierà al PalaRuggi il Fiorenzuola. Sarà subito battaglia vera contro la terza della classe che all’andata si impose 73-61, debuttando davanti al proprio pubblico sul campo di Carpaneto Piacentino.

Francesco Magagnoli (in foto)
Al giro di boa, la Virtus è al 7° posto a soli 4 punti dal Fiorenzuola, terzo. Non è insormontabile il divario:
“Questo divario di 4 punti che si è creato è stato causato da errori commessi da noi durante il girone di andata. Non significa nulla. Possiamo giocarcela alla pari”.

Il girone di andata ha regalato alla Virtus solo 5 vittorie in 11 gare disputate: certamente poco rispetto alle aspettative ed ai valori tecnici di questa squadra:
“E’ un bottino magro, si. Ma i conti si fanno alla fine, abbiamo finito ora il girone di andata. Dobbiamo pensare al girone di ritorno e migliorare le cose che abbiamo sbagliato”.

Nel girone di ritorno sarà necessario ritrovare la concentrazione, l’aggressività e, magari, un po’ di fortuna in più:
“Dovremo essere “brutti, sporchi e cattivi”. Dovremo lavorare molto in allenamento per tenere alta la concentrazione e la qualità del nostro gioco. La fortuna aiuta sempre, ma ti aiuta solo se tu sei il primo a farlo”.

Il giovane (neo-maggiorenne) playmaker Guglielmo Giuliani è alla sua prima stagione in casa Virtus Imola. Dopo la prima fase di ambientamento con la squadra e con l’ambiente giallonero, sta prendendo coraggio e minutaggio in campo.

Guglielmo, domenica arriva Fiorenzuola e per la Virtus Imola sarà il primo scontro diretto in casa di questo girone di ritorno che potrebbe regalare tante soddisfazioni:
“Sì, domenica sarà una partita molto difficile contro una squadra che arriva dalla vittoria su Rimini: saranno due punti preziosi che servono alla nostra squadra”.

La qualità del roster giallonero è indubbia, ma servirà confermare l’aggressività e la determinazione mostrate nei match vinti e, ad esempio, a Rimini:
“Sappiamo bene che possiamo mettere in difficoltà tutti i nostri avversari e la chiave penso sia l’attenzione in fase difensiva. La qualità del nostro roster è certamente indubbia e l’impegno non manca mai durante la settimana da parte di tutti. Ora che inizia il girone di ritorno, sono convinto che faremo più punti e non commetteremo gli stessi errori delle sconfitte precedenti”.

Al giro di boa, quali sono le formazioni e i giocatori che ti hanno impressionato maggiormente?
“Sicuramente vedo Rimini come la squadra più solida del campionato: sono sempre sul pezzo. il giocatore che mi ha impressionato di più è Fontecchio (Bologna Basket, ndr) per il suo talento vicino e lontano canestro”.

Carlo Dall’Aglio – Responsabile Area Comunicazione VSV

10 gennaio [18:58]
di Redazione PlayBasket